Fontana in P.zza Martiri della Libertà

Riqualificazione e Sostenibilità

La fontana è stata inaugurata nel 2010 a seguito dell’appalto inerente la ristrutturazione di Piazza Martiri della Libertà, costato complessivamente circa 1.800.000 euro.

La scelta di posizionare la fontana ai piedi del tiglio secolare ha comportato non pochi inconveniente nel corso degli anni. Sin da subito l’attività vegetativa del tiglio ha intorbidito l’acqua, che normalmente risultava essere di colore verdastro nonostante i continui interventi di assistenza e pulizia da parte del personale comunale.

L’accumulo di foglie, pollini e prodotti organici ha portato alla formazione di schiume ed alghe maleodoranti, ricettacolo di insetti e zanzare durante i mesi più caldi dell’anno. I ripetuti sovraccarichi di materiale solido hanno causato il guasto della pompa di filtrazione.

Prontamente l’Amministrazione di “fareComune” ha richiesto tramite l’Ufficio Tecnico un preventivo per la ristrutturazione dell’impianto idraulico e della vasca della fontana, quantificato in circa 32.000 euro, comprese le opere edili accessorie. Un’ulteriore criticità riguardava la pompa zampillo contenuta nella vasca più alta della fontana. Di frequente si sono verificati schizzi e spruzzi a danno delle persone e delle vetrine dei negozi circostanti, specie nelle giornate più ventose.

La fontana si presentava dunque in uno stato inaccettabile sia dal punto di vista estetico che igienico-sanitario, e al tempo stesso comportava costi di gestione insostenibili e sproporzionati rispetto al valore dell’opera. L’Amministrazione ha quindi optato per una riconversione e riqualificazione nel rispetto di tre criteri principali: ripristino del decoro urbano, armonia con il contesto architettonico, sostenibilità economica. Da qui l’intenzione di realizzare un giardino pensile con piante adatte al clima della zona, così da creare un’area a verde pubblico con bassi costi di manutenzione.

Verrà istituito un bando aperto a quanti abbiano il desiderio di offrire
il proprio contributo in termini di idee e proposte.
Professionisti e amanti del settore, ma anche ragazzi che frequentano accademie d’arte
o istituti tecnici, come ad esempio la Fondazione Minoprio.
La commissione Lavori Pubblici darà il proprio contributo consultivo,
ma l’ultima parola spetterà ai cittadini gorlesi, che saranno coinvolti in prima persona nella scelta del progetto destinato a ridare lustro alla piazza principale di Gorla Maggiore.

Fausto Bernasconi – Vice sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici

Visualizza l’articolo nella versione cartacea