Precisazione Piano per il Diritto allo Studio

L’Amministrazione intende far chiarezza sul finanziamento di progetti gestiti direttamente dalle scuole del territorio con trasferimento di fondi da parte del Comune.

Tutte le proposte di progetti inoltrate dalle Scuole Primaria e Secondaria di Primo Grado sono state accolte, purtroppo però la contrazione della spesa  ha comportato  una riduzione oraria di alcune attività; nonostante ciò la qualità e l’efficacia dei progetti sono state salvaguardate.

Per quanto riguarda i progetti KET (madrelingua inglese) e DELF (madrelingua francese) l’Amministrazione ha stanziato 10.000 euro da utilizzare su tutte le classi della Scuola Secondaria di Primo Grado. In accordo con il responsabile di plesso, è stata proposta una riduzione di ore dell’intervento dell’insegnante madrelingua in tutte le classi.

Lo scorso anno scolastico l’insegnante madrelingua svolgeva, in presenza dell’insegnante titolare di classe, un’ora settimanale di conversazione (da ottobre a maggio, circa 30/32 ore  in ogni classe), mentre da quest’anno in ogni classe interverrà per 22 ore.

Da un’indagine svolta nelle scuole statali limitrofe in merito allo stesso progetto, le ore a disposizione per ogni classe sono circa 10 e, in alcuni casi, l’intervento è previsto solo per le classi terze.

L’Amministrazione Comunale, che gestisce soldi pubblici dei cittadini, guarda con attenzione alle istanze della Corte dei Conti della Lombardia che non contempla la presenza di due insegnanti nella stessa ora di lezione, una pagata dall’Amministrazione Pubblica, l’altra dall’Amministrazione Comunale.

Riteniamo che la presenza dell’insegnante madrelingua sia un valore aggiunto alla didattica della lingua straniera, quindi dovrebbe essere la Scuola Pubblica a garantire questo tipo di intervento.

Annalisa Macchi – Assessore alla Cultura, Istruzione ed Educazione

Visualizza l’articolo nella versione cartacea